EMERGENZA COVID-19

Lettera inviata dal Presidente di Confindustria al Presidente del Consiglio

 

A seguito delle annunciate ulteriori misure di restrizioni del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, relative all’emergenza Coronavirus, abbiamo chiesto a Confindustria di attivarsi  per avere un’ integrazione della lista delle cosiddette imprese essenziali  nonche’ 3 richieste prioritarie da porre al Governo.

 1. Una norma generale che consenta di portare avanti attività non espressamente incluse nella lista quando funzionali a quelle essenziali, quando non si possono interrompere per ragioni tecniche e quando strategiche.

 2. La necessità di fare salve tutte quelle attività manutentive, legate a cicli produttivi e non, finalizzate a mantenere efficienti e in buono stato i macchinari e gli impianti in modo da non pregiudicare la capacità dell’impresa di essere produttiva alla piena ripresa dell’attività, nonché le attività di vigilanza.

 3. Dare alle imprese i tempi tecnici per chiudere/finire le lavorazioni in corso. Quindi almeno uno o due giorni dall’entrata in vigore del dpcm.

 

Le allego la lettera che il Presidente Vincenzo Boccia ha appena inviato al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte per chiedere, a valle delle decisioni assunte ieri sera sulla limitazione delle attività produttive solamente a quelle essenziali per tutto il territorio nazionale, di contemperare le diverse esigenze di cui si compone il sistema produttivo.

Rimaniamo a disposizione per ogni informazione.

 

Cordiali saluti

Gianfranco Di Natale

Pubblicato in lettere del direttore

LOGIN

Accedi all'area soci