La CIG nell'industria del tessile-moda ai tempi del Covid-19

Autorizzazioni da parte dell’INPS nel periodo gennaio-dicembre 2020

Nel periodo gennaio-dicembre 2020, sulla base dei dati diffusi dall'Osservatorio Statistico dell'INPS, le ore complessivamente autorizzate (CIGO, CIGS e deroga) per l’industria Tessile-Moda risultano pari a 163.648.234. Nel solo mese di dicembre le ore autorizzate totali sono state 10.996.101, facendo registrare un calo del -51,6%, rispetto al mese di novembre; le autorizzazioni rimangono sempre in considerevole aumento (+1.092,6%) rispetto a dicembre 2019. Analizzando la tipologia di cassa integrazione richiesta si nota, come già evidenziato nei mesi precedenti, che ad avere una crescita significativa è stata la cassa integrazione ordinaria, che passa da 9.474.391 ore nell’anno 2019 a 158.334.170 nell’anno 2020. Le ore di cassa integrazione straordinaria, dopo un calo registrato a novembre (-64,8%), tornano a crescere registrando un +74,4% a livello congiunturale; registrano una variazione positiva anche le ore in deroga (+54,0%). Scomponendo il dato per settore, nel solo mese di dicembre, si rileva, a differenza dei mesi precedenti, che l'industria dell’Abbigliamento copre il maggior numero di ore rispetto all'industria del Tessile: l’incidenza di ore autorizzate per l’Abbigliamento corrisponde al 51,7% del totale Tessile-Moda, mentre quelle del Tessile corrispondono al 48,3%. Le autorizzazioni nel mese di dicembre continuano a interessare in misura prevalente (61,5% del totale Tessile-Moda) la manodopera operaia; in particolare, il 30,3% delle ore sono state autorizzate per gli operai del Tessile e il 31,2% per gli operai dell’Abbigliamento. Le ore autorizzate per gli impiegati sul totale Tessile-Moda corrispondono al 38,5% del totale: nel dettaglio agli impiegati del Tessile sono state autorizzate il 18,0% delle ore totali e agli impiegati dell’Abbigliamento il 20,5%.

Pubblicato in comunicazioni

LOGIN

Accedi all'area soci

Calendario