COVID 19 - FIRMATO UN "PROTOCOLLO CONDIVISO" CON LE MISURE DI SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO – 14 MARZO 2020

Si attendente in giornata il varo del D.L. CORONAVIRUS – TER, esaminato ieri dal Preconsiglio e di cui verrà data informazione appena possibile.

 

Governo Confindustria e sindacati hanno sottoscritto un “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”.

 Sul sito di Confindustria Moda è consultabile il testo definitivo del Protocollo con un primo commento di Confindustria:

www.confindustriamoda.it / servizi / area relazioni industriali e formazione, accedendo con le credenziali in uso per accedere al sito SMI.

 

Dall'area Lavoro, Welfare e Capitale Umano di Confindustria:

"Oggi, sabato 14 marzo 2020, è stato sottoscritto “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”.

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 marzo 2020, allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, ha disposto la sospensione della maggior parte delle attività produttive. A fronte di questo blocco pressochè totale, il provvedimento indica le condizioni per garantire la continuità delle attività produttive che possono restare attive.

Condizioni che devono essere contenute in protocolli di sicurezza anti-contagio, per i quali il Governo, secondo il DPCM, favorisce intese tra le organizzazioni datoriali e sindacali.

In questa ottica, il Presidente del Consiglio dei Ministri ha fatto propria l’indicazione normativa sollecitando le parti sociali a condividere immediatamente un protocollo d’intesa.

Il documento firmato oggi, in attuazione del DPCM dell’11 marzo 2020, contiene “linee guida” per agevolare le imprese nell’adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio, necessariamente ed espressamente aperto, secondo il principio di sussidiarietà, ad integrazioni con misure equivalenti o più incisive secondo le peculiarità di ciascuna organizzazione aziendale.

Nei prossimi giorni proporremo una possibile bozza di protocollo, da adeguare alle specificità aziendali, ed un documento più ampio per la lettura dei principi che animano la logica del documento.

Le linee guida condivise integrano le condizioni sufficienti che, anche secondo il sindacato, garantiscono la sicurezza e consentono lo svolgimento dell’attività lavorativa.

Le parti firmatarie non ignorano evidentemente le criticità del momento, a partire dalla carenza di mascherine, che costituiscono uno dei punti centrali dell’azione di precauzione da adottare, problema dovuto anche ad errate letture che, in contrasto con le indicazioni dell’OMS, vorrebbero mettere a disposizione le mascherine a tutti, e non solamente a chi, malato o impegnato in assistenza ai malati ovvero lavora a distanza inferiore ad un metro dal collega.

 

COMUNICAZIONE

La Federazione SMI sta monitorando con estrema attenzione l’evolversi dello scenario legato alla crisi causata dall’emergenza COVID-19.

I nostri uffici sono operativi e il nostro personale rimane a disposizione delle vostre imprese per l’erogazione dei servizi, anche su questa tematica, attraverso gli usuali contatti.

Vi chiediamo gentilmente di preferire i contatti via email per facilitare il remote working dei nostri dipendenti.

Vi preghiamo altresì di tenere in considerazione che, per questo motivo, i nostri servizi potrebbero subire qualche dilazione rispetto agli usuali tempi di risposta.

Le notizie riportate, con la relativa documentazione, sono consultabili sul sito:

www.confindustriamoda.it / servizi / area relazioni industriali e formazione

al quale è possibile accedere con le credenziali in uso per l'accesso al sito di SMI

 

Cordiali saluti

Gianfranco Di Natale

LOGIN

Accedi all'area soci